ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

IMPRESA

Necessaria l’accettazione, anche tacita, della nomina da parte dell’amministratore

Solo così si perfeziona l’accordo tra società e amministratore

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 30 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 8559, depositata ieri, nel contesto di una azione di responsabilità ex art. 146 del RD 267/42 da parte del curatore per fatti di mala gestio posti in essere dall’amministratore di una srl poi fallita, ha ribadito che il rapporto di amministrazione si instaura tramite l’incontro dei consensi (della società e dell’amministratore), avendo l’accettazione la funzione di perfezionare il relativo accordo; ciò nonostante l’accettazione non sia oggetto di una specifica disciplina negli artt. 2364, 2383, 2475 e 2479 c.c., laddove si occupano della nomina e della revoca degli amministratori di spa e di srl.

Si ricorda, in primo luogo, come la giurisprudenza di legittimità abbia già chiarito che, in tema di esercizio dell’azione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU