ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

La fiduciaria non opera la ritenuta sui dividendi trasferiti al fiduciante

L’eventuale capital gain deve poi essere dichiarato direttamente nel modello REDDITI, salvo non si sia optato per il risparmio amministrato

/ Salvatore SANNA

Venerdì, 26 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Seguendo l’impostazione data in giurisprudenza, in caso di mandato a una società fiduciaria, i fiducianti devono essere identificati come gli effettivi proprietari dei beni da loro affidati. Infatti, la proprietà delle partecipazioni da parte della società fiduciaria possiede connotazione formale, mentre il soggetto fiduciante mantiene la proprietà sostanziale del bene ed è, quindi, in grado di disporne senza dover procedere al ritrasferimento del titolo (Cass. 14 ottobre 1997 n. 10031 e 21 maggio 1999 n. 4943).

Applicando questa impostazione ai redditi derivanti dalle partecipazioni intestate a una società fiduciaria (ossia i dividendi e le plusvalenze o le minusvalenze), per qualificare la tipologia di redditi e i relativi adempimenti si deve guardare alla natura giuridica del soggetto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU