X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 14 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Riposi settimanali differenziati per i lavoratori domestici

La disciplina cambia se il lavoro è reso in regime di non convivenza, di convivenza a servizio intero o di convivenza a servizio ridotto

/ Noemi SECCI

Venerdì, 13 settembre 2019

La generalità dei lavoratori dipendenti ha diritto ad un periodo di riposo settimanale, da fruire consecutivamente al riposo giornaliero (art. 9 del DLgs. 66/2003), di regola nella giornata di domenica.  Vi sono tuttavia diverse eccezioni alla disciplina generale dei riposi settimanali, in base alla particolare tipologia di attività svolta o di organizzazione, alle previsioni della contrattazione collettiva e ad ulteriori disposizioni speciali.

Nello specifico, l’art. 9 del DLgs. 66/2003 prevede la possibilità di derogare alla periodicità del riposo settimanale, alla sua durata e consecutività ed alla coincidenza con la domenica.
Tali deroghe riguardano, in sintesi, le attività di lavoro a turni (in specifiche ipotesi relative al cambio turno o squadra), le attività caratterizzate da periodi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU