X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 4 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Al 30 settembre 2020 le comunicazioni FATCA e CRS

/ REDAZIONE

Mercoledì, 1 luglio 2020

x
STAMPA

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato ieri, 30 giugno 2020, un comunicato stampa in cui si precisa che è in via di predisposizione un apposito decreto con il quale sono differiti al prossimo 30 settembre 2020 i termini per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate, da parte degli intermediari italiani, dei dati dei conti finanziari dei non residenti riferiti all’anno solare 2019.

La proroga riguarda sia i dati riferiti ai residenti USA nel contesto dell’accordo FATCA con gli Stati Uniti, sia i dati riferiti ai residenti degli Stati che hanno sottoscritto la Convenzione Multilaterale per la mutua assistenza ai fini fiscali (e dato attuazione alla stessa).

La scadenza di legge era già stata portata, a regime, dal 30 aprile dell’anno successivo al 30 giugno dell’anno successivo da parte del DM 20 giugno 2019, dopo una serie di proroghe di natura transitoria che avevano caratterizzato le annualità precedenti.

La scadenza del 30 settembre 2020 si pone, quindi, come deroga transitoria per il solo anno 2019, anche se si porrà un delicato problema di coordinamento con gli obblighi dell’Agenzia delle Entrate, che in pari data è tenuta ad inviare i medesimi dati alle Amministrazioni dei singoli Stati di residenza dei percipienti.

TORNA SU