X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Continua lo stallo sulle elezioni dei commercialisti

La riformulazione di un emendamento al Milleproroghe avrebbe potuto sbloccare le votazioni, ma non è arrivato il via libera

/ Savino GALLO

Martedì, 23 febbraio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Si allontana ulteriormente la soluzione politica dello stallo elettorale in cui si trovano Ordini locali e Consiglio nazionale dei commercialisti. L’ultimo tentativo è stato fatto nel fine settimana scorso quando, su proposta del Ministero della Giustizia, è stata presentata una riformulazione dell’emendamento a firma Currò (M5S).

La versione originaria stabiliva che gli Ordini locali sarebbero rimasti in carica fino all’elezione del nuovo Consiglio nazionale, ma questo avrebbe prodotto problemi di coordinamento con quanto deciso dallo stesso Ministero della Giustizia, che solo 10 giorni prima decideva di rinviare le elezioni nazionali, nella convinzione che a scegliere il nuovo CNDCEC dovessero essere i nuovi Ordini locali (si veda “Rinviate le elezioni nazionali dei ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU