ACCEDI
Martedì, 16 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Da giugno nuove retribuzioni nel settore della vigilanza privata

L’Accordo prevede inoltre un’indennità una tantum di 400 euro per le guardie giurate

/ REDAZIONE

Venerdì, 2 giugno 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Lo scorso 30 maggio Anvip, Assiv, Univ, Legacoop Produzione e Servizi, Agci Servizi e Confcooperative lavoro (in rappresentanza imprenditoriale) e le OO.SS. dei lavoratori (Filcams-Cgil, Fisacat-Cisl e Uiltucs-Uil) hanno siglato l’Accordo per il rinnovo della disciplina applicabile al personale addetto alla vigilanza privata e ai servizi di sicurezza scaduta il 31 dicembre 2015. La nuova disciplina che ne deriva decorre dal 1° giugno 2023 e scadrà il 31 maggio 2026.

Sul piano economico la principale novità riguarda la previsione di incrementi retributivi pari a complessivi 140 euro per il livello 4 della classificazione relativa alle guardie particolari giurate (c.d. “GpG”) e per il livello D della classificazione relativa ai servizi fiduciari, distribuiti come segue: 50 euro

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU