ACCEDI
Mercoledì, 19 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Niente distinzione tra professionismo e dilettantismo per la NASpI nello sport

L’INPS fornisce le istruzioni anche per l’indennità di DIS-COLL estesa ai co.co.co. del settore dilettantistico

/ Luca MAMONE

Martedì, 21 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare n. 67 di ieri, l’INPS è intervenuto in merito alla riforma dello sport operata dal DLgs. 36/2021, illustrando le indennità di disoccupazione NASpI, riconosciuta a favore della generalità dei lavoratori subordinati sportivi, e DIS-COLL, destinata ai collaboratori coordinati e continuativi dell’area del dilettantismo.

Innanzitutto, si ricorda come l’art. 33 comma 5 del citato DLgs. 36/2021 abbia esteso la disciplina della NASpI ai lavoratori sportivi subordinati, iscritti al Fondo pensione dei lavoratori sportivi (FPLS), a prescindere dal settore professionistico o dilettantistico in cui essi svolgono la prestazione.

Pertanto, osserva l’INPS, per tali lavoratori, ai fini dell’accesso all’indennità di disoccupazione in parola ciò che rileva è ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU