ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

PROFESSIONI

La clientela «passa» con lo studio professionale

Secondo la Cassazione è lecito trasferire la clientela dello studio professionale dietro corrispettivo specifico

/ Roberta VITALE

Giovedì, 11 febbraio 2010

x
STAMPA

È lecito e valido il contratto di trasferimento a titolo oneroso di uno studio professionale comprensivo non solo degli elementi materiali ma anche della clientela.

A chiarirlo è la Corte di Cassazione nella sentenza 9 febbraio 2010 n. 2860, che ha respinto il ricorso di un professionista volto a far dichiarare la nullità del contratto con il quale il convenuto gli aveva ceduto lo studio professionale di fiscalista dietro corrispettivo, comprensivo di una parte dell’arredo dello studio nonché della clientela.
Osserva la Corte che, in generale, non si può equiparare uno studio professionale ad un’azienda. Mentre, l’azienda è un complesso di beni organizzati per l’esercizio di una impresa produttiva, ove la persona dell’imprenditore ha rilevanza non essenziale, lo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU