X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IL CASO DEL GIORNO

L’IVA sulle cessioni di immobili ristrutturati dal cedente

/ Enrico ZANETTI

Venerdì, 23 aprile 2010

x
STAMPA

Se un’impresa cede un immobile che ha essa stessa ristrutturato, la cessione si configura ai fini IVA come operazione imponibile, sia nel caso in cui si tratti di un fabbricato abitativo, sia nel caso in cui si tratti di un fabbricato strumentale, a patto però che essa si perfezioni entro quattro anni dalla data di ultimazione dei lavori di ristrutturazione.

Nel caso dei fabbricati abitativi, una volta decorso tale termine quadriennale, la cessione dell’immobile ristrutturato dall’impresa cedente passa all’alveo delle operazioni esenti IVA, ai sensi del numero 8-bis) del comma 1 dell’art. 10 del DPR 633/1972, senza possibilità di optare volontariamente per il mantenimento del regime di imponibilità IVA.
Nel caso invece dei fabbricati strumentali, la natura imponibile ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU