X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fondo agricolo ceduto con l’azienda con agevolazioni

/ Anita MAURO

Mercoledì, 3 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’atto di cessione d’azienda, in quanto atto “avente per oggetto beni per i quali sono previste aliquote diverse”, a norma dell’art. 23, comma 1 del DPR 131/86, è soggetto alle varie aliquote previste per la cessione dei singoli beni aziendali, purché per ciascuno di essi siano stati indicati distintamente in atto i corrispettivi. Invece, ove non siano stati indicati in atto i corrispettivi previsti per i singoli beni, l’atto è integralmente tassato con l’aliquota dell’imposta di registro più elevata prevista per i beni aziendali.

Ad esempio, ove l’azienda comprenda beni mobili ed immobili abitativi, si applica l’imposta di registro:
- del 7% (prevista per gli immobili abitativi) su tutto il corrispettivo, nel caso in cui non siano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU