X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Nelle ristrutturazioni dei debiti, perdita di periodo senza sopravvenienze

/ Giulio ANDREANI e Angelo TUBELLI

Venerdì, 12 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’ultimo periodo aggiunto all’art. 88, comma 4 del TUIR dall’art. 33 del DL n. 83/2012 esenta da imposizione la sopravvenienza da esdebitamento discendente dagli accordi di ristrutturazione dei debiti ovvero dai piani attestati disciplinati, rispettivamente, dagli artt. 182-bis e 67, comma 3, lett. d), L. fall.

Atteso che l’esenzione è limitata alla sola “parte che eccede le perdite, pregresse e di periodo”, risulta dubbia la nozione di “perdita di periodo” da assumere per la determinazione della quota esente della sopravvenienza. In astratto, è possibile prospettare due diverse (ed alternative) configurazioni di “perdita di periodo”, potendo essa venire determinata:
- senza tenere conto della sopravvenienza attiva (il che equivale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU