Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Piena retroattività per la notifica incostituzionale della cartella

In tal caso, non può valere il limite dei rapporti giuridici «esauriti», ovvero quelli «consumati» dalla decadenza

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 26 novembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

In un recente articolo (si veda “Incostituzionale la notifica della cartella di pagamento all’irreperibile” del 23 novembre 2012), è stata segnalata la sentenza della Corte Costituzionale n. 258 del 2012, ove l’art. 26 del DPR 602/73 è stato dichiarato illegittimo nella parte in cui prevede che, in ogni ipotesi di irreperibilità del contribuente (quindi sia in quella relativa che in quella assoluta), si sarebbe dovuto applicare l’art. 60, comma 1, lett. e) del DPR 600/73, ovvero la semplice affissione dell’atto presso la casa comunale, e non l’art. 140 c.p.c., che impone, prima del menzionato deposito, l’affissione dell’atto alla porta dell’abitazione del contribuente e l’invio della raccomandata a/r.

Come regola generale, le ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU