ACCEDI
Mercoledì, 21 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Indirette con dubbi nelle assegnazioni di beni ai soci

/ Anita MAURO

Venerdì, 7 dicembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nello Studio n. 103-2012/T, il Notariato si sofferma ad esaminare gli aspetti fiscali legati all’applicazione dell’IVA e dell’imposta di registro agli atti di assegnazione di beni immobili ai soci persone fisiche.

In primo luogo, lo Studio ricorda che, dal punto di vista IVA, l’assegnazione di beni ai soci, ai sensi dell’art. 2, comma 2 n. 6) del DPR 633/72 costituisce operazione imponibile IVA regolata con emissione di autofattura da parte della società. In breve, il legislatore IVA considera l’assegnazione ai soci come una cessione a titolo oneroso, sia ove venga operata da società di persone che da società di capitali e qualunque sia l’oggetto della società ed il titolo in relazione al quale l’assegnazione viene operata. Pertanto, i relatori ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU