X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Nelle verifiche periodiche del revisore, non serve la stampa dei libri

/ Stefano DE ROSA

Martedì, 19 febbraio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai sensi dell’art. 14 comma 1 lett. b) del DLgs. 39/2010, il soggetto incaricato della revisione legale dei conti deve verificare nel corso dell’esercizio la regolare tenuta della contabilità sociale e la corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili. Nel documento CNDCEC “Linee guida per l’organizzazione del Collegio sindacale incaricato della revisione legale dei conti” del febbraio 2012, si specifica che tali attività sono propedeutiche alla revisione legale del bilancio in quanto la correttezza dello stesso, che rappresenta la sintesi delle risultanze contabili, è subordinata alla regolarità dell’intera catena procedurale che identifica i fatti di gestione, li documenta e li rileva in contabilità.

In assenza di uno specifico principio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU