X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nelle sas, trasferimento delle quote dell’accomandante subito efficace

Le condizioni richieste dalla legge o dallo statuto operano solo ai fini dell’opponibilità della cessione alla società

/ Francesca TOSCO

Mercoledì, 17 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nelle società di persone, il consenso degli altri soci o, comunque, il realizzarsi delle condizioni eventualmente previste dall’atto costitutivo per il trasferimento della partecipazione sociale non incide sul perfezionamento e sulla validità del contratto traslativo ad effetti reali – che acquista efficacia immediata tra le parti, esclusivamente sulla base del loro reciproco consenso – ma opera ai soli fini dell’opponibilità della cessione alla società, quale mera conditio juris.
Le suddette condizioni possono, dunque, realizzarsi dopo l’atto di vendita, ed anche dopo la dichiarazione di fallimento (e la conseguente esclusione di diritto dalla società) del socio cessionario: infatti, se la stipulazione è avvenuta quando costui ancora godeva della propria capacità di agire ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU