X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Senza APE previste «soltanto» sanzioni amministrative

Stante la bozza del decreto «Fare-bis», la mancata allegazione non comporterebbe più la nullità dei contratti di compravendita o locazione

/ Arianna ZENI

Venerdì, 27 settembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dovrebbe trovare spazio nel decreto “Fare-bis” la tanto attesa norma volta a sopprimere la sanzione civilistica della nullità in caso di mancata allegazione dell’attestato di prestazione energetica (APE) all’atto pubblico di trasferimento o al contratto di locazione immobiliare (si veda “Attestazione energetica degli edifici tra ACE ed APE” del 10 agosto scorso).

In sede di conversione del DL n. 63/2013, con la L. n. 90/2013, in vigore dal 4 agosto 2013, infatti, sono stati introdotti gli obblighi di produrre l’APE (in sostituzione del “vecchio” attestato di certificazione energetica ACE) e di inserire nei relativi contratti la clausola dell’avvenuta consegna dell’APE anche per i trasferimenti di immobili a titolo gratuito

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU