X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

FISCO

«Irrevocabile» la domanda di rimborso IVA infrannuale

Ma per la Cassazione il diniego di revoca rappresenta comunque un atto impugnabile

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 21 novembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza 24916 dello scorso 6 novembre i giudici di Cassazione si sono occupati di due aspetti concernenti i rimborsi infrannuali IVA, che consistono nella giuridica possibilità di impugnare il diniego di revoca dell’opzione opposto dall’ufficio e nella potenziale ammissibilità della menzionata revoca.
Alla prima questione viene data risposta positiva.

Pertanto, una volta che il contribuente abbia presentato, con le forme prescritte dalla legislazione vigente, domanda di rimborso IVA infrannuale, egli, se inoltra domanda di revoca di ciò, può impugnare l’eventuale diniego.
Viene data continuità all’orientamento giurisprudenziale secondo cui l’elenco degli atti impugnabili contenuto nell’art. 19 del DLgs. 546/92 deve essere oggetto di interpretazione estensiva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU