ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La contestazione dell’elusione richiede il contraddittorio preventivo

Ciò dovrebbe avvenire a prescindere dal fatto che si tratti di una delle operazioni codificate dall’art. 37-bis o che venga contestato l’abuso di diritto

/ Alessandro BORGOGLIO

Mercoledì, 19 marzo 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’abuso di diritto, ancora lungi dal trovare una sistemazione normativa appropriata, pur nelle more di una delega fiscale che, in qualche modo, dovrà tradurre in norme di diritto i principi giurisprudenziali che al momento lo governano, rimane una tra le fattispecie più discusse e controverse in dottrina e nella giurisprudenza di merito, come si evince dalla sentenza 545/1/14 della C.T. Reg. di Roma.

Sebbene la parte motiva sia piuttosto corposa, in realtà la questione esaminata è abbastanza semplice. Una srl aveva ricevuto un avviso di accertamento fondato su un PVC redatto dalla Guardia di Finanza: mentre nell’atto istruttorio prodromico veniva contestata dalle Fiamme Gialle un’elusione fiscale ex art. 37-bis del DPR 600/1973, nell’avviso di accertamento l’Ufficio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU