Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Modificabili a maggioranza le clausole statutarie che richiedono l’unanimità

Senza un meccanismo di salvaguardia, la clausola statutaria che prevede l’unanimità per adottare una delibera può essere modificata a maggioranza

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 7 maggio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La clausola statutaria che richiede l’unanimità per l’approvazione di una specifica delibera assembleare impedisce l’adozione di quella delibera a maggioranza, ma non la modifica della stessa con le maggioranze previste in materia dalla legge o dallo statuto. L’omologazione di una modifica statutaria da parte del Tribunale può essere richiesta dal notaio anche aderendo ai dubbi emersi nel corso della riunione assembleare. Sono queste le principali indicazioni desumibili dal provvedimento 12 aprile 2014 del Tribunale di Ascoli Piceno.

Una srl in fase di liquidazione decideva di riprendere la propria attività. A tali fini risultava necessario prorogare la durata della società, dal momento che, nel frattempo, il termine originariamente previsto era giunto a scadenza (cfr ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU