X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Spese prepagate dal committente fuori dal reddito professionale

Con l’approvazione del decreto semplificazioni, dal 2015 le spese sostenute dal cliente non costituiscono compensi

/ Alessandro COTTO

Lunedì, 3 novembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’approvazione definitiva avvenuta giovedì scorso del decreto semplificazioni viene finalmente posta la parola fine ad un “pasticcio” interpretativo e normativo che ci portiamo dietro da quasi 10 anni, iniziato con la risposta data dall’Agenzia delle Entrate nel maggio 2006 in occasione della videoconferenza MAP.
La nuova disposizione si applica a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2015.
Quindi, a partire dal 2015, torna un po’ di buon senso su una questione che ha prodotto un aggravio burocratico, senza un reale effetto sulle entrate tributarie, se è vero - come si legge nella relazione tecnica - che la nuova disciplina introdotta dal decreto semplificazioni si pone essenzialmente come semplificatrice e che pertanto non determina ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU