Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

FISCO

Voluntary disclosure, sempre possibile il ricorso in Commissione tributaria

Censurabile in sede giudiziale la pretesa applicazione retroattiva dell’art. 12 del DL 78/2009

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 16 dicembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Di recente, su Eutekne.info (si veda “Voluntary disclosure al test del raddoppio dei termini di accertamento” del 5 dicembre 2014), abbiamo evidenziato come, in occasione dell’applicazione della voluntary disclosure, non possa ammettersi che l’Agenzia delle Entrate pretenda di applicare in via retroattiva la presunzione di imponibilità degli investimenti e delle attività detenuti all’estero di cui all’art. 12 del DL 78/2009.
Trattasi di una norma che ha indubbia natura sostanziale, in quanto presume il possesso di redditi non dichiarati sulla base di disponibilità estere, quindi, in assenza di disposizione contraria, non può che valere per il futuro.

Nonostante l’art. 3 comma 1 della L. 212/2000 in base al quale le modifiche introdotte si applicano solo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU