Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fusione societaria con effetti sul pro rata IVA

/ Emanuele GRECO

Martedì, 24 marzo 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le operazioni di fusione societaria sono irrilevanti agli effetti dell’IVA, per mancanza del presupposto soggettivo di applicazione del tributo, secondo quanto disposto dall’art. 2 comma 3 lettera f) del DPR 633/72.
Ciò nonostante, gli effetti di un’operazione di fusione possono riverberarsi sul computo del pro rata delle società coinvolte.

Nel particolare caso in cui le società fuse (nell’ipotesi di fusione “in senso stretto”) o incorporate (nell’ipotesi di fusione “per incorporazione”) pongano in essere operazioni imponibili ed esenti ai fini IVA, si pone il problema di determinare il pro rata nell’anno nel corso del quale l’operazione di fusione viene perfezionata.

Le società fuse o incorporate seguono il proprio regime di pro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU