X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

FISCO

Detrazione IVA anche se la controparte è inattiva

Per la Corte Ue ciò è possibile quando il diniego del diritto è sistematico, non consentendo di fornire la prova di assenza di evasione o di perdita di gettito

/ Vincenzo CRISTIANO

Venerdì, 20 ottobre 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il diritto alla detrazione IVA non può essere negato all’impresa che non adempie tutti gli obblighi informativi sulla propria controparte.
In particolare, l’operatore commerciale conserva il diritto alla detrazione anche se ha acquistato beni o servizi da un operatore incluso nella lista dei cosiddetti “soggetti inattivi” quando il diniego stesso alla detrazione è sistematico e definitivo, ossia non consente che sia fornita la prova dell’assenza di evasione o di perdita di gettito fiscale.
Sono queste, in sintesi, le conclusioni cui giungono i giudici della Corte di Giustizia nella sentenza, depositata ieri, relativa alla causa C-101/16, Paper Consult.

Ripercorrendo i fatti di causa, è utile ricordare che la domanda è stata presentata nell’ambito di una controversia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU