X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

IVA sempre dovuta sulle fatture false dell’agricoltore

Secondo la Cassazione è irrilevante l’opzione per il regime speciale dei produttori agricoli

/ Alessandro BORGOGLIO

Lunedì, 23 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

La norma che, in caso di emissione di fatture per operazioni inesistenti, impone il versamento dell’IVA indicata in tali documenti, prevale su qualsiasi regime speciale o agevolativo dell’IVA, compreso quello dei produttori agricoli.
La Cassazione ha ribadito questo principio con l’ordinanza n. 6290/2018.

Occorre ricordare che, ai sensi dell’art. 34 del DPR 633/72, i produttori agricoli applicano l’IVA con l’aliquota propria dei singoli prodotti, considerando, però, l’abbattimento forfetario determinato con le cosiddette percentuali di compensazione, stabilite per categorie di prodotti da appositi decreti ministeriali.
Può così accadere che in taluni casi – come, ad esempio, per il granoturco e il frumento – la percentuale di compensazione sia pari all’aliquota

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU