ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

IMPRESA

Fallimento da operazioni dolose a forma libera

La Cassazione traccia un quadro complessivo della fattispecie di cui all’art. 223 comma 2 n. 2 del RD 267/1942

/ Maurizio MEOLI

Giovedì, 10 maggio 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Integra la fattispecie di causazione del fallimento tramite operazioni dolose l’amministratore di una srl fallita che ceda di fatto ad altra società (costituita da soggetti per lo più già dipendenti della prima e con oggetto e sede coincidenti con quelli della srl fallita) l’azienda, in assenza di formale contratto d’affitto o di cessione, proseguendo contestualmente ad acquistare in proprio il materiale destinato alla successiva commercializzazione da parte dell’altra società, a cui veniva rivenduto con un sovrapprezzo del tutto simbolico e senza alcuna garanzia di solvibilità.

È quanto si desume dalla sentenza n. 18089/2018 della Cassazione, che appare da segnalare soprattutto per l’attenta ricostruzione della fattispecie di fallimento determinato da operazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU