X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 20 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Neutrali i conferimenti d’azienda da stabili organizzazioni in Italia

Per le Entrate sono assimiliabili ai conferimenti tra due soggetti Ue, dunque si applica l’art. 179, comma 2, primo periodo del TUIR

/ Salvatore SANNA

Venerdì, 10 agosto 2018

Con la risoluzione n. 63 di ieri, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulla possibilità di considerare neutrale il conferimento di un’azienda, situata in Italia e appartenente ad una stabile organizzazione di una società francese, a beneficio di una società conferitaria sempre residente in Italia.

Secondo l’Amministrazione finanziaria, al caso di specie si applica l’art. 178, comma 1, lettera c) del TUIR, secondo il quale il principio della neutralità fiscale si applica “ai conferimenti di aziende o di complessi aziendali relativi a singoli rami dell’impresa da uno ad altro dei soggetti indicati nella lettera a), residenti in Stati diversi della Comunità [Europea, ndr], sempre che uno dei due sia residente nel territorio dello Stato”.

Pertanto, assimilando ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi