X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 15 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Norma antielusiva per riqualificare gli atti applicabile in via retroattiva

La legge di bilancio 2019 stoppa l’orientamento della Cassazione

/ Enrico ZANETTI

Sabato, 29 dicembre 2018

Game over anche sul “pregresso” per le contestazioni ai fini delle imposte d’atto basate su una lettura dell’art. 20 del DPR 131/1986 alla stregua di una norma antielusiva generale che consente di riqualificare più atti tra loro correlati in funzione del risultato economico che complessivamente determinano, a prescindere dall’effettivo contenuto giuridico di ciascun singolo atto autonomamente considerato.

Il comma 1084 dell’art. 1 della legge di bilancio 2019, sulla quale oggi la Camera voterà la questione di fiducia, chiarisce infatti che “L’art. 1 comma 87, lett. a) della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, costituisce interpretazione autentica dell’art. 20, comma 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131”. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU