X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

IAS/IFRS ad applicazione incerta

/ Silvia LATORRACA e Enrico ZANETTI

Mercoledì, 20 febbraio 2019

La disposizione, introdotta dall’art. 1 comma 1070 della L. 145/2018 (legge di bilancio 2019) nell’art. 2-bis del DLgs. 38/2005, in base alla quale i soggetti in precedenza obbligati ad applicare i principi contabili internazionali IAS/IFRS, i cui titoli non siano quotati, hanno la facoltà di utilizzare detti principi a decorrere dall’esercizio 2018 (per i soggetti “solari”), determina alcune problematiche applicative.

In primo luogo, come evidenziato dalla relativa Relazione tecnica, non sono previste disposizioni di coordinamento che disciplinino il passaggio dai principi contabili internazionali a quelli nazionali.
Più in particolare, mentre esistono disposizioni fiscali atte a gestire, essenzialmente in neutralità, il passaggio dai principi OIC ai principi IAS/IFRS, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU