X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Interessi passivi detraibili solo per il proprietario mutuatario

Se due coniugi acquistano la casa in comproprietà al 50% ma il mutuo è stipulato da uno solo di essi, quest’ultimo può esercitare la detrazione

/ Arianna ZENI

Lunedì, 25 marzo 2019

Ai sensi dell’art. 15 comma 1 lett. b) del TUIR spetta una detrazione IRPEF del 19% per gli interessi passivi, gli oneri accessori e le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione pagati per i mutui ipotecari accesi per l’acquisto dell’abitazione principale, per un importo non superiore a 4.000 euro (l’importo deve essere indicato nel rigo RP7 del modello REDDITI PF 2019 o nel rigo E7 del modello 730/2019).

Il soggetto che detrae gli interessi passivi deve coincidere con:
- il proprietario dell’unità immobiliare acquistata con il denaro derivante dal mutuo;
- l’intestatario del mutuo (si vedano la circ. Agenzia delle Entrate 26 gennaio 2001 n. 7 § 2.3 e le istruzioni al modello UNICO PF 2019, p. 58).

La detrazione spetta anche al “nudo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU