X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

LETTERE

Non serve prendersela con le app di contabilità «fai da te»

Giovedì, 18 aprile 2019

Gentile Redazione,
leggo su Eutekne.info (“Dall’Ordine di Milano azione legale contro le app di contabilità «fai da te»”) che l’Ordine di Milano vorrebbe agire legalmente contro una “app” di tenuta contabilità fiscale.

Dopo l’ennesima recente sentenza della Cassazione che ha chiuso la porta in faccia ai commercialisti affermando che non abbiamo alcuna esclusiva in tema di tenuta della contabilità o di consulenza fiscale, questa preannunciata azione legale rischia di sprofondare nel ridicolo.

Quello che i commercialisti dovrebbero fare è pretendere, anche con azioni forti (uno sciopero “serio” a oltranza ad esempio) che venga finalmente riconosciuta a livello legislativo la funzione essenziale e di ordine pubblico del commercialista iscritto all’albo, quale baluardo di competenza, esperienza e legalità nella realtà economica, societaria e fiscale, una realtà sempre più complessa e tecnologica e sempre meno gestibile da praticoni senza alcun titolo o preparazione.


Marco Baldi
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Arezzo


TORNA SU