X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 24 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nuove procedure di affidamento in caso di fallimento dell’esecutore

La modifica introdotta dal decreto «sblocca cantieri» anticipa il Codice della crisi

/ Antonio NICOTRA

Sabato, 20 aprile 2019

Il DL 18 aprile 2019 n. 32, c.d. “decreto Sblocca cantieri”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 aprile 2019 n. 92 ed entrato in vigore nella giornata di ieri, introduce le disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici.

Tra le varie norme, si evidenzia l’art. 2 del DL 32/2019, rubricato “Disposizioni sulle procedure di affidamento in caso di crisi di impresa”, che – in attesa dell’entrata in vigore del DLgs. 14/2019 – sostituisce l’art. 110 del DLgs. 50/2016 (Codice dei contratti pubblici), recante la disciplina sulle procedure di affidamento in caso di fallimento dell’esecutore o

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU