X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 24 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Credito d’imposta per le commissioni bancarie solo su cessioni di carburante

I distributori di carburante non possono beneficiare dell’agevolazione su transazioni diverse

/ Pamela ALBERTI

Martedì, 7 maggio 2019

Il credito d’imposta riconosciuto ai distributori di carburante spetta soltanto per le commissioni sulle transazioni relative alle cessioni di carburante, e non per transazioni diverse. Lo prevede l’art. 16 del DL 34/2019 (c.d. DL “crescita”), recante una norma interpretativa dell’art. 1 comma 924 della L. 205/2017.

Quest’ultima disposizione, a fronte delle norme relative alla deducibilità/detraibilità delle spese per carburante introdotte dalla legge di bilancio 2018, ha previsto il riconoscimento agli esercenti impianti di distribuzione carburante di un credito d’imposta sulle commissioni addebitate in relazione alle transazioni effettuate dal 1° luglio 2018.
Il credito d’imposta spetta in misura pari al 50% del totale delle commissioni addebitate ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU