ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Le sanzioni amministrative sulla privacy riscosse crescono del 115%

Il Garante per la protezione dei dati fa il punto sullo stato di attuazione della legislazione alla luce del nuovo regolamento

/ Roberta VITALE

Mercoledì, 8 maggio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

È stata presentata ieri alla Camera la Relazione annuale sull’attività svolta nel 2018 dall’Autorità garante per la protezione dei dati personali, in prossimità della chiusura del mandato di sette anni del Collegio, presieduto da Antonello Soro, eletto lo scorso 6 giugno 2012.

Principale “cifra” caratterizzante il mandato è stata – così come evidenziato nel discorso dello stesso Presidente dell’Autorità garante – la centralità della persona “nel tentativo quotidiano di riequilibrare i rapporti tra libertà dell’uomo e determinismo della tecnica, promuovendo quella fiducia nel digitale, indispensabile per il suo sviluppo e per la sua stessa sostenibilità”. L’obiettivo è quello di governare l’innovazione nel rispetto dei diritti e della

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU