X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 22 settembre 2019

FISCO

Il garante non può definire la lite sul rimborso IVA

Il contribuente, in sede di condono, può scomputare i versamenti effettuati dal garante

/ Dario AUGELLO

Giovedì, 23 maggio 2019

L’istanza di definizione della lite prevista dall’art. 6 del DL 119/2018 concerne anche gli avvisi di accertamento, con cui l’Agenzia delle Entrate rettifica il rimborso IVA previsto dall’art. 30 del DPR 633/72.
Si ricorda che il rimborso è eseguito dall’Ufficio in via provvisoria dietro prestazione di una garanzia a prima richiesta.
Per questo motivo, a seguito della notifica dell’accertamento al debitore, al garante è comunicato, di regola, un invito di pagamento.
Il garante infatti è tenuto, per effetto dell’accertamento notificato al contribuente, a ristorare l’Agenzia dell’importo indebitamente rimborsato al debitore.

Poiché l’atto con cui è recuperato il rimborso IVA è condonabile ex art. 6 del DL 119/2018 e il comma 9 prevede la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU