X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

«Favor rei» anche per le violazioni sui contanti

Trasferimento oltre soglia vietato anche se l’operazione in sé è lecita

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 21 maggio 2019

La ratio legis del divieto di utilizzo del contante oltre determinati limiti è rappresentata dall’esigenza di garantire la trasparenza e la tracciabilità delle operazioni, restando irrilevante la natura in sé lecita delle stesse, stante l’illiceità, sempre in sé, del trasferimento di denaro contante senza il tramite di intermediari abilitati. Anche in tale contesto, la disciplina dettata dal recente DLgs. 90/2017 trova applicazione ai procedimenti pendenti di opposizione alla sanzione amministrativa irrogata nella vigenza delle precedenti disposizioni.

A stabilirlo è la Cassazione, nella sentenza n. 13509, depositata ieri, in relazione a un caso in cui il Ministero dell’Economia e delle finanze, nel marzo del 2011, in applicazione dell’art. 1 comma 1 del DL 143/1991 convertito, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU