X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 20 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Criterio della prevalenza per confezioni di beni con diverse aliquote IVA

Indicazioni ulteriori rispetto alla precedente prassi delle Entrate che richiedeva l’aliquota ordinaria

/ Emanuele GRECO

Venerdì, 24 maggio 2019

L’individuazione dell’aliquota IVA applicabile in presenza di più beni ceduti con un corrispettivo indistinto è, da sempre, tema da considerare con attenzione (si veda “Aliquota IVA ordinaria per le cessioni con corrispettivo unico e indistinto” del 25 maggio 2017).
La corretta aliquota applicabile non è agevole da determinare, in particolar modo, quando in un’unica confezione sono contenuti beni soggetti ad aliquote IVA diverse.

La fattispecie è stata presa in considerazione nella risposta Agenzia delle Entrate n. 51 del 21 maggio 2019.
Sulla base dei criteri ermeneutici forniti dalla regola 3b) delle Regole generali per l’interpretazione della Nomenclatura Combinata, l’Agenzia delle Entrate classifica i diversi beni ceduti congiuntamente “tenendo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU