X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 28 marzo 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Prorogatio solo per gli amministratori di società in house

Il regime previsto dal DL 293/1994 non vale per gli organi di controllo

/ Edoardo MORINO

Venerdì, 31 maggio 2019

L’art. 11 comma 15 del DLgs. 175/2016 (c.d. Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica) deve essere letto nel senso che il regime di prorogatio previsto dal DL 293/1994 si applica ai soli organi amministrativi delle società in house di cui all’art. 16 del DLgs. 175/2016.

Sono queste le conclusioni dell’atto di indirizzo formulato dall’Osservatorio sulla finanza locale e la contabilità degli enti locali e pubblicato ieri, 30 maggio 2019, dalla Direzione centrale della finanza locale del Ministero dell’Interno.
Più in dettaglio, l’art. 11 comma 15 del DLgs. 175/2016 stabilisce che agli organi di amministrazione e controllo delle società in house si applica il DL 16 maggio 1994 n. 293, convertito, con modificazioni, dalla L. 15 luglio 1994 n.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU