X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 28 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Archiviazione per particolare tenuità da iscrivere nel casellario giudiziale

Resta fermo che non ne deve essere fatta menzione nei certificati rilasciati a richiesta dell’interessato, del datore di lavoro e della P.A.

/ Maria Francesca ARTUSI

Martedì, 4 giugno 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Secondo l’informazione provvisoria fornita dalla Corte di Cassazione, le Sezioni Unite nell’udienza dello scorso 30 maggio hanno risolto il quesito sollevato con l’ordinanza n. 9836/2019, relativo all’iscrizione nel casellario giudiziale del provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto ai sensi dell’art. 131-bis c.p. (si veda “Archiviazione per particolare tenuità e iscrizione nel casellario alle Sezioni Unite” del 26 aprile 2019).
La deliberazione del supremo consesso è stata quella di ritenere che anche la mera archiviazione deve essere iscritta nel casellario giudiziale, “fermo restando che non ne deve essere fatta menzione nei certificati rilasciati a richiesta dell’interessato, del datore di lavoro e della pubblica

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU