X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Adeguata organizzazione di società di persone riservata agli amministratori

Il Codice della crisi lascia immutate le già previste alternative di gestione operativa delle società

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 26 giugno 2019

Il Consiglio nazionale del Notariato, con lo Studio n. 110-2019/I, esamina gli effetti del Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza (DLgs. 14/2019) sulla amministrazione delle società di persone.

Il nuovo testo dell’art. 2257 comma 1 c.c. – in tema di amministrazione disgiunta di società di persone, come sostituito dall’art. 377 comma 1 del DLgs. 14/2019, in vigore dal 16 marzo 2019 – potrebbe, infatti, apparire in contrasto con alcune norme in materia di società di persone in ragione dell’inciso secondo il quale “la gestione dell’impresa … spetta esclusivamente agli amministratori”.

In particolare, profili di contrasto sono ipotizzabili rispetto agli articoli:
- 2257 c.c. (dettato in tema di società semplice, ma applicabile alla snc ed alla sas ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU