X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Non abusiva la scissione con passaggio generazionale

Ad avviso dell’Agenzia delle Entrate, occorre comunque che ciascuna società beneficiaria dia concretamente seguito a progetti imprenditoriali

/ Salvatore SANNA

Sabato, 24 agosto 2019

Con la risposta ad interpello n. 343, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’applicazione del principio di neutralità fiscale per i soci in caso di una scissione non proporzionale ex art. 173 del TUIR in cui una parte delle azioni emesse da ciascuna beneficiaria risulta gravata da usufrutto.

Si analizzano anche gli eventuali profili di abuso del diritto ex art. 10-bis della L. 212/2000 in merito alle imposte dirette ed ai fini dell’imposta sulle successioni, considerato che, attraverso l’operazione e gli atti che sarebbero posti in essere in epoca ad essa successiva, si verificherebbe un vero e proprio passaggio generazionale delle azioni nella società scissa.
Riguardo ai diritti reali di godimento gravanti sulle partecipazioni sociali in sede di scissione,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU