X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 15 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / IAS

Deducibilità IRAP del TFR in «presa diretta» limitata

Osservando invece la deduzione nella sua natura di norma agevolativa si potrebbe godere del beneficio secondo i valori giuridicamente maturati

/ Guerino RUSSETTI

Lunedì, 16 settembre 2019

L’accantonamento al TFR secondo lo IAS 19 è rilevato nelle componenti di quote di benefici maturati (service cost) e di oneri di attualizzazione (interest cost), imputati a Conto economico, nonché di utili/perdite attuariali (correzioni di precedenti stime in virtù di modificate ipotesi attuariali), imputati a OCI.

La disciplina IRES di riferimento, contenuta nell’art. 2, comma 4 del DM 1° aprile 2009 n. 48 (Regolamento IAS), consente di dedurre tali accantonamenti fino a concorrenza dell’importo del debito per TFR maturato secondo le disposizioni civilistiche (contenute nell’art. 2120 c.c. e nei singoli contratti collettivi).
In tal modo, anche in presenza di accantonamenti superiori/inferiori a quelli previsti delle disposizioni del codice civile, la deduzione fiscale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU