X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 21 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Registro dei titolari effettivi a supporto dell’adeguata verifica della clientela

Il decreto di attuazione della V direttiva antiriciclaggio contiene modifiche ad ampio raggio su ambito applicativo e contenuto degli obblighi

/ Annalisa DE VIVO

Sabato, 5 ottobre 2019

Quasi allo scadere del termine imposto dal legislatore comunitario, lo scorso 3 ottobre il Consiglio dei Ministri ha approvato definitivamente il decreto attuativo della direttiva (UE) 2018/843 (c.d. quinta direttiva antiriciclaggio). A distanza di due anni dall’ultimo e massivo intervento, legato al recepimento della quarta direttiva, il DLgs. 231/2007 è pertanto nuovamente inciso per effetto di modifiche ad ampio raggio che riguardano l’ambito applicativo e il contenuto degli obblighi, ma anche la rilevanza giuridica di valute virtuali e criptovalute, nonché la cooperazione internazionale tra le Unità di Informazione finanziaria dei Paesi membri e i poteri delle autorità di vigilanza.

Con riferimento a questi ultimi, si evidenzia l’introduzione, al comma 4 dell’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU