X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per la nave importata sono dovute le accise in Dogana

La Cassazione riconosce l’obbligo di assolvere le accise sul carburante residuo nel serbatoio del mezzo

/ Emanuele GRECO e Lorenzo UGOLINI

Mercoledì, 6 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

All’atto dell’importazione di una nave costruita in uno Stato extra Ue, anche il gasolio residuo contenuto nel serbatoio dell’imbarcazione deve essere sottoposto al prelievo dei relativi diritti doganali e, pertanto, anche dell’accisa sul carburante.
Tale principio di diritto è stato espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 27105 depositata il 23 ottobre 2019.

La vicenda trae origine da un avviso di accertamento da cui emergeva il mancato pagamento delle accise in Dogana sul carburante in relazione a un rimorchiatore importato da uno Stato extra Ue.
A parere dell’Agenzia delle Dogane, il prodotto in oggetto, essendo di provenienza estera, non poteva essere esentato dall’imposta, alla stregua degli oli minerali utilizzati come combustibili da parte

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU