X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fabbricati non «cielo-terra» con scorporo escluso

/ Silvia LATORRACA

Venerdì, 22 novembre 2019

Secondo il documento OIC 16, i terreni che costituiscono immobilizzazioni materiali devono essere iscritti nell’attivo dello Stato patrimoniale alla voce “B.II.1 – Terreni e fabbricati”, ma devono essere rilevati in un apposito conto, tra i “terreni”.
Quanto detto vale anche per i terreni su cui insistono fabbricati, che devono, quindi, essere rilevati separatamente.

Avuto riguardo ai profili valutativi, i terreni non sono tendenzialmente sottoposti ad ammortamento.
In linea generale, l’art. 2426 comma 1 n. 2 c.c. stabilisce che il costo delle immobilizzazioni la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione.

A tal riguardo, il documento OIC 16 precisa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU