X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 28 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Individuati settori e professioni con rilevante disparità uomo-donna

I dati ministeriali per il 2020 rilevano ai fini delle assunzioni agevolate di donne prive di impiego

/ Luca MAMONE

Mercoledì, 27 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il DM 25 novembre 2019 n. 371, i Ministeri del Lavoro e dell’Economia hanno reso noto, con riferimento all’anno 2020, i settori e le professioni caratterizzati da un tasso di disparità occupazionale uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna.

Va detto che l’individuazione di tali settori rileva sia ai fini della definizione di lavoratore svantaggiato ai sensi del Regolamento Ue n. 651/2014, sia ai fini della concessione, nel prossimo anno, dello sgravio contributivo ex art. 4 comma 11 della L. 92/2012.
I dati occupazionali in questione, si precisa nel decreto interministeriale, sono stati ricavati sulla base delle elaborazioni effettuate dall’ISTAT, in relazione alla media annua del 2018, e sono disponibili in apposite tabelle allegate al decreto

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU