X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Compensazione possibile nel concordato in continuità

La DRE Emilia Romagna ammette la compensazione tra crediti e debiti fiscali sorti dopo la pubblicazione della domanda di concordato

/ Alessandro SAVOIA

Mercoledì, 4 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Un ulteriore elemento di chiarezza per le imprese in concordato preventivo arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate a seguito della risposta della Direzione regionale dell’Emilia Romagna a un’inedita consulenza giuridica (n. 909-9/2019) avanzata dall’ODCEC di Modena.
Il tema trattato riguarda nello specifico la possibilità di utilizzare in compensazione i crediti erariali (nella fattispecie un credito IVA), maturati da una società sottoposta a concordato preventivo in continuità in data successiva alla pubblicazione della domanda di concordato, con i debiti sorti dopo la stessa data anche in presenza di carichi erariali iscritti a ruolo, scaduti, d’ammontare superiore a 1.500 euro e sorti anteriormente alla pubblicazione della domanda di concordato.

Il tema non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU