X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 5 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Fiscalità del trust non residente in cerca di certezze

Il DL 124/2019 convertito prende posizione in senso assai diverso da quanto prospettato anni fa dall’Amministrazione finanziaria

/ Emanuele LO PRESTI VENTURA

Venerdì, 20 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

La tassazione in Italia dei redditi prodotti da trust non residenti è argomento a dir poco complesso e oggetto da molti anni di un acceso dibattito, reso ancor più intenso da talune affermazioni assai tranchant riportate dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate del 27 dicembre 2010 n. 61: un recente intervento normativo, il DL 124/2019, per come convertito, sembra idoneo a portare chiarezza sul punto, in senso altresì difforme dalla prassi ora ricordata.

Per comprendere appieno la portata della novità, è necessario assumere a riferimento, innanzitutto, il reddito complessivo tassabile in Italia del trust non residente, ovvero che non ha in Italia per la maggior parte del periodo d’imposta, sulla scorta di quanto precisato dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate del 6 agosto

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU