X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 20 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Cessioni di energia elettrica e gas con territorialità IVA variabile

/ Melania MARCHESE

Martedì, 28 gennaio 2020

Ai fini della territorialità IVA, per le cessioni di energia elettrica e gas, il criterio generale – previsto per le cessioni di beni mobili – corrispondente al luogo in cui i beni si trovano materialmente all’atto di vendita è derogato da quello fondato sulla localizzazione del cessionario. Il luogo impositivo è, quindi, determinato in base all’uso e consumo di tali beni, considerata l’impossibilità di individuare un nesso tra la singola transazione ed il loro flusso di circolazione (circ. Agenzia delle Entrate n. 54/2004; circ. Agenzia delle Dogane n. 79/2004).

Con riguardo all’ambito oggettivo, le norme ex art. 7-bis comma 3 lett. a) e b) del DPR 633/72 si applicano, in particolare, alle cessioni di energia elettrica e gas effettuate tramite qualsiasi sistema di gas

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU