X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’integrativa con intero pagamento rende non punibile l’uso di fatture false

Rimane il dubbio circa il termine entro cui deve avvenire il pagamento

/ Alfio CISSELLO e Maurizio MEOLI

Sabato, 14 dicembre 2019

In sede di conversione in legge del DL 124/2019, è stata prevista l’estensione anche ai reati di dichiarazione fraudolenta (artt. 2 e 3 del DLgs. 74/2000) della speciale causa di non punibilità derivante dall’intera estinzione del debito, sebbene nel rispetto di determinati requisiti temporali e quantitativi, ora prevista per i soli delitti di dichiarazione infedele e omessa.
La fattispecie è frequente, riguardando, tra l’altro, l’utilizzo nella dichiarazione dei redditi e/o IVA di fatture in tutto o in parte false, in senso sia oggettivo sia soggettivo.

Si tratta di una novità da accogliere con favore, in quanto si passa da un sistema in cui la dichiarazione integrativa presentata in occasione del ravvedimento operoso poteva, ai fini penali, avere il sostanziale effetto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU