X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 30 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Diffida accertativa per i crediti da lavoro che si prescrivono in cinque anni

Per l’INL vanno considerati i crediti il cui termine quinquennale non è ancora maturato, a prescindere dalla costanza del rapporto di lavoro

/ Mario PAGANO

Venerdì, 24 gennaio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il personale ispettivo potrà adottare la diffida accertativa per crediti patrimoniali unicamente in relazione ai crediti da lavoro il cui termine quinquennale di prescrizione, decorrente dal primo giorno utile per far valere il diritto di credito anche se in costanza di rapporto di lavoro, non sia ancora maturato. Questo è quanto emerge dalla nota INL n. 595 di ieri, con la quale l’Istituto ha fornito precise indicazioni in merito alla decorrenza della prescrizione per i crediti di lavoro ed i conseguenti riflessi sulla diffida accertativa ex art. 12 del DLgs. 124/2004.

Ai sensi di tale norma, qualora nell’ambito dell’attività di vigilanza emergano inosservanze alla disciplina contrattuale da cui scaturiscono crediti patrimoniali in favore dei prestatori di lavoro, il personale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU